Wifi Libera Comune di Monte San Savino

Mura castellane e porte

Mura Castellane - Monte San Savino
Le mura che circondano il centro storico di Monte San Savino presentano un andamento curvilineo con un'insenatura nei pressi della chiesa del Suffragio.
La precedente struttura muraria altomedievale (sec. X-XII) fu distrutta nel 1325 per opera di Guido Tarlati, vescovo e signore di Arezzo. Da quel momento si susseguirono vari interventi che hanno portato nei secoli alla costituzione della cinta attuale.
Gli ultimi sono stati l'abbattimento di un tratto di mura con torre a nord di Porta San Giovanni e il restauro di larga parte della cinta muraria curato fra 1970 e il 1986 dalla Soprintendenza aretina. 

Teatro Verdi

Teatro Verdi - Monte San Savino
Storico edificio il cui ingresso si affaccia su Via Sansovinio: restaurato nel 2000, è attualmente adibito a cinema-teatro. Capace di 230 posti, è un classico teatro all’italiana a pianta ovoidale con platea e 37 palchi su tre ordini. L’interno, con sobrie ma fini decorazioni,  presenta un ricco lampadario centrale e, sopra il palcoscenico, lo stemma comunale e l’orologio di sala. Nell’attuale sala bar si intravedono ancora parte delle strutture e decorazioni dell’antico oratorio della compagnia dei Bianchi, inglobato dal teatro nel 1870.

Ex Sinagoga

 
Ex Sinagoga - Monte San Savino
Ai numeri civici 13 e 14 di via Salomon Fiorentino si trova l’edificio dell’antica Sinagoga, le cui parti più antiche rimandano a un restauro che ne fu fatto negli anni  1729-32 cui ne seguirono vari altri in tempi più recenti, specie nell’800. 

Ex Monastero Benedettine

L’ex monastero dell’Immacolata Concezione, lasciato definitivamente dalla comunità benedettina nel 1961 è oggi, dopo i restauri degli anni ‘90, un elegante complesso turistico-ricettivo. Ha una pianta irregolare che comprende un piccolo nucleo trecentesco, le sale, le celle e i chiostri interni, i giardini pensili e la chiesa; ad esso si affianca un annesso, oggi di proprietà comunale, già utilizzato come magazzino del convento (riconsolidato nella 2ª metà degli anni ’90).

Palazzo Pretorio e Torre Civica

Palazzo Pretorio e Torre Civica - Monte San SavinoIl trecentesco Palazzo Pretorio, al centro del quale s’alza l’imponente Torre civica alta circa 30 metri, è tradizionalmente attribuito ai perugini che lo avrebbero costruito a partire dal 1339, primo anno della loro dominazione sul Monte, ponendovi il proprio stemma comunale con il grifone (oggi scomparso).

Le Logge

Le Logge del Mercato - Monte San Savino
Di fronte al palazzo Di Monte, del quale costituiscono una sorta di naturale completamento, le Logge risalgono al secolo XVI°, già riferite nel tempo al Sangallo e al Sansovino e sembrano ormai definitivamente attribuibili a Nanni di Baccio Bigio del quale il Vasari cita esplicitamente “una loggia” fra le opere che questo maestro eseguì a Monte San Savino. Aperte su tre lati (c.so Sangallo, v. delle Logge e v. Sansovino), comprendono due corpi di fabbrica, l’uno il loggiato vero e proprio, l’altro l’edificio a tre piani cui esso è unito.

Palazzo di Monte

Palazzo di Monte - Monte San SavinoFu residenza privata della famiglia Di Monte prima di passare all'Amministrazione Comunale.

Attualmente è la sede civica della città, ospita gli Uffici Comunali e la Sala del Consiglio. Nel corridoio al primo piano è esposta la Quadreria Comunale con i ritratti di savinesi illustri e di membri delle famiglie regnanti di Toscana.

Nel Chiostro interno o nell'ampio giardino pensile posto sul retro, si celebrano i matrimoni civili. Collegato al giardino si trova anche un piccolo Teatro all'aperto utilizzato per molte manifestazioni

La costruzione fu voluta dal cardinale Antonio Di Monte e affidata – come riferisce anche il Vasari - nel 2° decennio del sec. XVI ad Antonio da Sangallo il Vecchio cui si devono il disegno della facciata e l’impianto planimetrico. Il cortile interno e la parte posteriore del palazzo, che si affaccia sul giardino pensile sono stati realizzati più tardi esono dovuti all’architetto Nanni di Baccio Bigio

Palazzo Tavarnesi

 Palazzo Tavarnesi - Monte San SavinoIn corso Sangallo al n. 67 sorge l’elegante palazzo Tavarnesi del sec. XVI (rimaneggiato nel ‘600), attribuito ad Antonio di Sangallo. Dislocato su tre piani, è caratterizzato nella parte inferiore da un marcato bugnato liscio e da finestre digradanti prospetticamente. Si tratta forse della ‘casa nuova’ dei signori Di Monte, che nei documenti si dice ‘vicina’ al loro palazzo.

Palazzo della Cancelleria

Palazzo della Cancelleria - Monte San SavinoFu sede della cancelleria comunitativa che qui fu trasferita nel 1761 da alcune stanze del palazzo pretorio, questo imponente edificio del sec. XVI, di pianta rettangolare, ospita oggi, dopo la ristrutturazione del 1992, la Biblioteca comunale “G. Colombo” (circa 20.000 volumi) e l’archivio storico comunale (oltre 4000 unità archivistiche preunitarie).

Palazzo Galletti

Palazzo Galletti - Monte San Savino
All’anno 1397 sembra risalire l’acquisizione da parte di un Neri Galletti di una casa sull’Ajalta, successivamente (nel corso del sec. XV) ricostruita quale sontuosa residenza della famiglia: si tratta del primo edificio rinascimentale di Monte San Savino anteriore ai molti interventi architettonici realizzati dai Di Monte.

Casa del Sansovino

Casa del Sansovino - Monte San SavinoPosta in Via Sansovino al nr. 36 è un edificio a tre piani - l'ultimo è forse la soprelevazione del 1515 realizzata dallo stesso artista - in cui fanno spicco il portale bugnato con arco ribassato e le sei finestre dei piani superiori : quelle del piano nobile hanno una  voluta  al centro dell'architrave.

Ex Monastero di Santa Chiara

Ex Monastero di Santa Chiara - Monte San Savino L'edificio dell'antico monastero di Santa Chiara, cui in un secondo tempo si affiancherà la chiesa  che sorgerà sulla sua destra verso il Cassero, è attualmente individualbile nel fabbricato di proprietà  privata dove ha sede il circolo di Fratellanza Artigiana.
 Al monastero, consacrato nel 1627, si accedeva attraverso il bel portale bugnato tuttora  esistente, situato al numero civico 25.

Il Cassero

Il Cassero - Monte San Savino
E' l'antica rocca dell'Ajalta della quale si scorge oggi, dalla piazza, soltanto la facciata, per di più arretrata rispetto ad altri edifici che si addossarono via via nel tempo (fra cui, sulla sinistra, la chiesa di Santa Chiara). Dopo i restauri degli anni '70, il Cassero è oggi sede per esposizioni e mostre, con il museo (che ospita fra l'altro un'ampia Quadreria della Misericordia savinese) e una sala conferenze.

La Guglia

La Guglia - Monte San Savino
Questo obelisco piramidale si trova in Piazza Gamurrini. Di pietra serena, è concluso in alto da una sfera che sostiene il giglio fiorentino. Fu innalzato dalla comunità nel 1644 in onore di Mattias de' Medici quando questi, fratello del granduca Ferdinando II, fu investito nel maggio di quell'anno del feudo di Monte San Savino.
Il progetto è dell'Arch. Don Vitale Perini priore di Santa Maria delle Vertighe che ne supervisionò la realizzazione affidata a due mastri scalpellini lucignanesi, Antio e Ippolito Bracciali.

Twitter

Monte San Savino-Arezzo - Traffico Rallentato    A1 Firenze-Roma   Traffico Rallentato tra Monte San Savino e Arezzo per traffico in...

Contatti

Comune di Monte San Savino

Centralino: 0575.81771
eMail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
   

Ufficio del Turismo

Tel: 0575.849418
eMail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
   
   
   

Farmacie

Farmacia Comunale
0575.846096
Farmacia Paturzo
0575.844026
Farmacia Biancotti
0575.844020